MoVimento 5 stelle Firenze
Più diritti per gli uomini e le donne: incontro progetto EQUAL

Si è tenuto a Bologna Sabato 12 Novembre, fra una ventina di partecipanti provenienti da numerose regioni italiane, il primo incontro nazionale EQUAL del MoVimento 5 stelle.

Che cos’è il progetto Equal?

Il progetto Equal parte dal Piemonte con l’obbiettivo di regolare e migliorare le attuali leggi e organismi in materia di parità.

Dejanira Piras, attivista del MoVimento piemontese, ha condotto una ricerca per la tesi di laurea dove ha riscontrato che L’Italia, non solo è al 74° posto nella classifica mondiale delle pari opportunità tra uomini e donne, ma è anche ultima tra i paesi europei per il tasso di occupazione femminile; non a caso è stata richiamata dalla comunità europea perchè la percentuale di donne attive in politica è scesa sotto il 30%.

Da questi dati dunque, l’esigenza di attivarsi e attualmente infatti è impiegata presso la regione Piemonte dove ha creato un tavolo tecnico in cui si discute dell’argomento.

Aumentare le donne attive in politica quindi è uno degli obbiettivi specifici del progetto, ma creando in primis anche le condizioni sociali perchè questo avvenga, con il proposito di formare un tessuto sociale più accogliente e che migliori in generale la qualità della vita dell’intera collettività. Come?

Le modalità sono state definite proprio Sabato all’incontro

Il progetto infatti , è stato deciso di comune accordo, si proporrà di migliorare gli statuti e le normative a favore di tutte le categorie svantaggiate che non godono a pieno dei diritti come da costituzione. Questo significa che tutti coloro che per orientamento sessuale, religioso e di razza ,o vizio di costume culturale, (come i padri di famiglia che combattono le difficili battaglie a favore dell’affido dei minori e che raramente si vedono riconoscere, o le socie di attività commerciali che nonostante gestiscano l’attività si vedono percepire uno stipendio da semplici commesse,) saranno al centro dell’attenzione del lavoro.

Ma non solo: numerose infatti le proposte avanzate dalle partecipanti, come quella quella di istituire asili nido obbligatori nelle aziende, o di erogare e sussidi alle casalinghe o a tutte quelle persone che si occupano di anziani o indigenti nella propria abitazione ( l’Italia una dei pochi paesi sviluppati in cui non sviene riconosciuto questo genere di servizio sociale ), o infine l’obbligo di paternità e del congedo parentale per gli impiegati.

Allargare dal Piemonte questo contesto quindi, creando una rete di di referenti di attività a livello comunale e regionale, capire le risorse a disposizione sui territori e individuare cos’è che non funziona e cosa si può migliorare, contrastando il conflitto d’interesse negli organismi di pari opportunità istituzionali poichè di nomina di partiti, i propositi definiti nel piacevole incontro sfumato al tramonto sotto i portici del Quartiere di Santo Stefano.

Ufficio Stampa

MoVimento 5 stelle Firenze

Per info: Progetto EQUAL per le pari opportunità

Segui il MoVimento Firenze attraverso

- blog  firenze5stelle.com

- Meetup Firenze link

- Coordinamento dei meetup  e delle Liste Civiche della Toscana link